Lettere di stima

Maria Bonzanigo – Compositrice della compagnia Finzi-Pasca

“Caro Giuseppe,

innanzitutto ti ringrazio di condividere le nostre partiture in uno scambio di visioni musicali arricchente. Trovo veramente molto bello il tuo progetto sulla fiaba ticinese “ Il barbiere recalcitrante”. Credo sia unico in Ticino. Non esistono infatti a mia conoscenza altri progetti teatrali legati a fiabe ticinesi per i quali ci sia stato un lavoro compositivo di questa qualità. Spero vivamente che tu possa trovare rapidamente gli appoggi necessari alla sua realizzazione.Credo in particolare che sia urgente con i tempi checorrono proporre spettacoli teatrali che abbiano una partitura musicale di qualità, elaborata e raffinata come la tua, che educhi veramente all’ ascolto. L’abbinamento con la trascrizione di Pierino e il lupo mi pare proprio azzeccata.”

 

Sergio Miceli – Critico e musicologo – da alcuni frammenti di una Email privata datata

“Gentile maestro Senfett,

ho finalmente potuto ascoltare i CD e, soprattutto, ho potuto guardare le partiture. Ciò che ho apprezzato maggiormente è il senso della misura che si evince da ogni pagina, e la progettualità di ogni pezzo. Non sono caratteri scontati, e lo vedo spesso dai lavori di molti diplomandi o neo diplomati in Composizione, al Conservatorio di Firenze oppure nei corsi di musica per film. Deve ovviamente coltivare queste doti (e non c’è bisogno di questa mail per affermare un concetto così ovvio), cercando più in profondità e con molta, molta costanza e spirito di sacrificio la “sua” strada. […]”

 

Paolo Isotta – Musicologo e critico musicale – alcuni passi di una lettera privata…

“[…] ti detto due righe per ringraziarti del piacere procuratomi nell’esaminare le partiture del tuo amico Senfett, che hai avuto la gentilezza di offrirmi. Ho apprezzato, se posso osare, la sua scrittura compositiva e, in Valérie, la sua conoscenza tecnica del pianoforte, dominato con istinto tastieristico – polifonico e timbrico che gli fa onore. […]”

 

Da lettera privata:

Maria Grazia Siliato – Storico delle culture mediterranee – autrice del romanzo Caligula

Ed. mondatori… e di Masada Ed. Rizzoli
“Cortesemente, all’attenzione del Maestro Giuseppe Senfett

L’ENIGMA DELL’IMPERATORE CALIGULA

Comporre una musica che si ispiri alle parole di una Storia, antica di tanti secoli e così controversa, è un impresa sottilmente ardua.

La scelta degli Strumenti, delle Tonalità, la forma, lo stile, per esempio, sono fra i più immediati trabocchetti. Poi, vi è anche il rischio di cadere in una scrittura tutta esteriore, una sorta di accompagnamento in sottofondo. Ma queste sono solo le difficoltà più appariscenti e comuni. Molte altre ne sorgono poi, tecniche e artistiche che non serve qui enumerare.

È quindi una rara e piacevole sorpresa imbattersi in una Musica che- quasi come una sfida – deliberatamente evoca, con i titoli, situazioni e ambienti concreti, e tuttavia riesce luminosamente a vivere di per se stessa in un puro mondo di suoni. E ci si chiede: qual è la causa segreta di questa eccezionale riuscita?

Ci avvediamo subito che essa ha un nome solo: la ricchezza creativa dell’Autore. Nel suo animo, la tragica vicenda dell’imperatore Caligula, ucciso a ventinove anni, non si commenta con i suoni: vi si trasfigura. Suoni e ritmi, quindi, sono intensamente mediati, collocati con studio, vorremmo dire sofferti. Questa Musica procede per estrarne i sentimenti profondi, e rimodellarli in un raffinato, seducente messaggio uditivo.

Confesso di aver molto amato e “praticato” la Musica Classica. Ascoltando la Suite: “ CALIGULA” di GIUSEPPE SENFETT”, si risvegliano emozioni che purtroppo è raro ascoltare. Ci si lascia andare a questo autentico incantamento, scandito in sei intensissimi momenti, come le colonne di un antico Tempio Esastilo. Poi ci si rende razionalmente conto che ci siamo imbattuti in una scoperta. Viene voglia di richiamare l’attenzione altrui, di partecipare l’esperienza. Poi, risvegliando lo spirito critico, si valuterà – ma istintiva e non celebrale – la sapienza di questa scrittura. Essa è un incontro molto felice nella vasta aridità di tanta produzione contemporanea…

Una musica – detto con schietta convinzione – che merita l’attenzione più diligente, perché questo giovane talento creativo ha sicuramente da giocare un ruolo non piccolo.”

 

Paul Glass

“Ho il piacere di conoscere e di collaborare con Giuseppe Senfett già da un po’ di tempo e posso affermare di avere per lui una grande ammirazione. Questo giovane compositore  lavora con professionalità e costanza, cosa che ho capito avendo visto i suoi lavori, tutti ben fatti come la Fiaba musicale Il Barbiere Recalcitrante. In lui c’è la vocazione a “far bene” il proprio lavoro, per questo motivo seguo con attenzione l’avvenire di questo giovane musicista.”

 

Prof. Fernando Ghilardotti – Musicologo e didatta

Carissimo Giuseppe, con la presente ti confermo di aver ricevuto il tuo ultimo capolavoro musicale. Ecco perché dopo aver letto con la massima attenzione e rigore stilistico le tue numerose composizioni, non potevo non informarti delle emozioni vissute leggendo “I TUOI LAVORI”. LA FIABA MUSICALE (IL BARBIERE RECALCITANTE ) – il lavoro appena ricevuto – si annuncia come composizione originale sia sotto il profilo strutturale, sia come INVENTIO musicale. Inoltre non dobbiamo dimenticare che il lavoro succitato affonda le sue radici nel patrimonio culturale del TICINO, cosa rara e degna della massima attenzione. Ecco perché mi auguro che le “Istituzioni musicali”, “Le Associazioni teatrali”, e soprattutto la Radio della Svizzera Italiana (dove io ho lavorato per 40 anni), sappiano offrire le dovute attenzioni per valorizzare questo tuo prezioso LAVORO. Ancora complimenti e tanti auguri per un futuro ricco di soddisfazioni ed affermazioni professionali. Un abbraccio

 

 Lettera di Raccomadazione – Nora Doallo Docente di Pianoforte SUM – Lugano

 Giuseppe Senfett ha ottenuto il master in Pedagogia in Pianoforte per la Scuola Universitaria di Musica di Lugano, Svizzera. Posso dire con certezza che Giuseppe è musicista versatile, ingegnoso ed intraprendente. Nel campo della pedagogia sono fondamentali, oltre alle conoscenze professionali, pazienza, affidabilità ed entusiasmo, qualità che G. Senfett senz’altro possiede. Nel campo della composizione le sue opere, realizzate con creatività e competenza, hanno ottenuto importanti consensi. Per tali motivi auguro a Giuseppe Senfett successo nella sua professione.

Back to top